La parrocchia abbracciata dal ponteggio

La parrocchia della Purificazione della Beata Vergine Maria di Loreggia, uno degli esempi più pregevoli del “settecento” veneto, è stata coinvolta nel 2015 in un restauro generale.
Per l’occasione, abbiamo realizzato una struttura provvisionale a 360° che ha “abbracciato” internamente ed esternamente tutto l’edificio mediante un ponteggio a montanti e telai prefabbricati, opportunamente rivestito da rete di protezione.

Un ponteggio dalle mani di velluto

Diventato ormai un simbolo della Piazza Matteotti a Treviso, questa torre è in realtà un’antenna di telecomunicazione interamente coperta di pannelli di vetro di murano.

SIAMO APERTI PER RESTAURO

L’opera provvisionale eseguita nel 2014 per il Palazzo della Prefettura, presso Piazza dei Signori TV si è distinta per essere stata una realizzazione in grado di garantire durante i lavori di restauro il transito per il passaggio pedonale e l’agibilità ai numerosi negozi sottostanti.

Non commercializziamo ponteggi ma idee!

Il ponteggio realizzato presso il Santuario Madonna delle Lacrime di Siracusa, opera provvisionale che ha avuto inizio nel 2009, è stato realizzato per consentire i lavori di ripristino dell’integrità strutturale della copertura in calcestruzzo.

Il ponteggio per la Torre Aquileia

La torre Aquileia con i suoi 22 piani, alta 80 mt, domina il paesaggio del lido di Jesolo e viene annoverata tra le opere più importanti mai realizzate nella cittadina veneziana.
La forma poligonale di questo complesso è stata pensata per realizzare una vera e propria “finestra sul mare”, dal momento che tutti gli appartamenti creati hanno la possibilità di vedere la laguna ed il mare stesso.
Per consentire i lavori di costruzione della torre, siamo statati scelti per realizzare un ponteggio che consentisse agevolmente tutte le lavorazioni. L’opera è iniziata nel 2007 e sono serviti ben 8400 mq di ponteggio fisso a telai prefabbricati per realizzare tutta l’opera provvisionale, adeguatamente protetta per tutta la sua superficie da una rete di protezione per evitare la caduta dei materiali.

Un ponteggio maestoso: Gritti Palace Venezia

I ponteggi a servizio di edifici da restaurare devono essere allestiti “su misura” in quanto le manutenzioni sono lavorazioni molto delicate che impiegano solitamente molto tempo e pertanto, è di fondamentale importanza assicurare il massimo agio alle maestranze che devono utilizzare il ponteggio. Per l’appunto, un caso emblematico è rappresentato dal ponteggio che abbiamo realizzato a servizio del restauro del Gritti Palace a Venezia.
Ecco alcuni numeri di questa importante realizzazione, iniziata nel Novembre 2011 e terminata nel Febbraio 2013:
– 5200 mq di ponteggio
– 185 ml di mantovana parasassi

Il ponteggio per la sede Mondadori

Per la sede centrale della Mondadori di Milano, siamo stati scelti per progettare ed allestire un ponteggio che consentisse sia l’idrodemolizione ed il ripristino di tutta la struttura in cls dell’edificio, sia l’accesso in copertura per i lavori di bonifica.
Inaugurata nel 1975, la sede Mondadori rappresenta una delle opera più famose progettate dall’architetto Oscar Niemeyer. Un’opera rivoluzionaria per il tempo, non solo per le strutture e le forme che la caratterizzavano, ma anche per la concezione: “uno spazio aperto in cui le persone potessero comunicare e operare in armonia”. La struttura in cls, presenta una forma irregolare ed ondulata, di indiscutibile bellezza e valore architettonico ma altrettanto complessa per allestirvi un ponteggio.

Due sistemi di ponteggio per un lifting integrale

Questo ponteggio è stato realizzato nel 2010 per consentire l’intervento di idrodemolizione e ripristino delle parti in calcestruzzo del viadotto Montanesi, opera risalente agli anni ’30 e situata presso l’Autostrada A7 Genova-Serravalle.
L’opera provvisionale è stata eseguita sia a ridosso della spalla del viadotto (lato Serravalle), sia nelle pile e nelle tre arcate centrali, che misurano una larghezza di 25 mt ed un’altezza massima da terra di 45 mt.

Un ponteggio dalle grandi portate

Questo ponteggio è stato realizzato nel 2010 per puntellare la copertura a mensola in calcestruzzo della galleria paramassi di S. Stefano di Cadore (BL).
La struttura del ponteggio è stata realizzata per mezzo di montanti e traversi Layher, sviluppata per una lunghezza complessiva di 70 mt. L’elemento più complesso di quest’opera, è stata la progettazione e la realizzazione di una struttura del ponteggio che potesse sopportare tutto il peso della copertura: ben 130 quintali per metro lineare.

Un ponteggio creato “su misura”


Il ponteggio multidirezionale realizzato nel 2005 per l’altare della Basilica Santa Croce di Firenze, è stato pensato per creare un ambiente di lavoro ideale e confortevole per i restauratori e per gli addetti. Questo cantiere è stato visitato dalle scuole, che hanno potuto studiare ed ammirare, in tutta sicurezza, l’opera in fase di restauro.
…ecco le caratteristiche principali di questo ponteggio:

  • ✔ i piani di calpestio del ponteggio sono a sbalzo e completamente rientrabili per dare ai restauratori la panoramica totale della parete restaurata
  • ✔ abbiamo creato una sala riunioni al primo piano del ponteggio

Send this to a friend